Alla Rai di Torino e Roma entra la Guardia Di Finanza

Sistemi di fatturazione pubblicitaria non ortodossi

 

 

Da indiscrezioni si è venuti a conoscenza del blitz effettuato dalla Guardia di Finanza presso le sedi RAI di Torino e Roma. Sembra che i militari vogliano vederci chiaro su alcuni sistemi di fatturazione adottati da Rai Pubblicità o forse dalla Sipra. Si tratterebbe di un giro di fatture emesse all’estero, pare, con l’intento di evadere l’IVA. La Guardia di Finanza ha attivato i suoi controlli in collaborazione con l’Autorità Giudiziaria di Torino. In passato la fatturazione dei proventi pubblicitari era compito delle Sipra, la quale svolgeva anche altre delicate mansioni, come il controllo della liceità degli annunci, il rispetto della concorrenza ed altro. Più precisamente l’inchiesta si riferisce a un rapporto amministrativo tra Rai Pubblicità (O Sipra) con la spagnola Tome s.r.l. relativamente al periodo 2006-2012. Sarebbero indagati anche l’ex direttore generale della Rai e altri personaggi di spicco.