Eco dei Comuni

Italia serva della ue. ma ci mette molto di suo.

L’ultima richiesta italiana alla ue per un intervento deciso sul fenomeno immigrazione svela la vera intenzione della truffa franco/tedesca: l’Italia se la cavi da sola ma deve accogliere.

Premessa, nutriamo seri dubbi sulla effettiva volontà del governo e dello stato italiano (a guida pd) nel voler fermare realmente il fenomeno della copiosa e a tratti impetuosa immigrazione dall’Africa. Le iniziative di Minniti che finalmente parevano prendere di petto il problema, hanno solo incrementato il fenomeno, aggiungiamo, non certo aiutato dal suo partito, impegnato anima e corpo con l’intempestiva questione dello ius soli, nello stesso tempo la schizzofrenia della sinistra è deflagrata in tutta la sua ampiezza, appelli al “dovere” di accogliere, al condividere (non frenare) l’accoglienza con i partner della comunità europea, gare nel pd o tra i “rami e cespugli” dello stesso a chi appare più compassionevole, caritatevole, umanitario, smentite pubbliche all’apparente risolutezza del ministro dell’interno, difesa ad oltranza delle “meritorie” ong e dell’azione della capitaneria e marina militare italiana, vero e proprio asse di un chiaro e ben oliato sistema di “traghettamento” dall’Africa al nostro paese inaugurato con il devastante Mare Nostrum. Dall’altra si è riscoperta in questi giorni la ricetta delle forze politiche di destra, in primis Lega e Fdi, che invocano da mesi, anzi da qualche anno il blocco navale al largo della Libia, e/o il blocco dell’accesso ai porti delle ong battenti bandiera estera. Chiaramente la sinistra è andata in fibrillazione, anzi in “corto”(non ultimo l’intervento del ministro delle infrastrutture Delrio) ripercuotendosi sull’azione risentita del governo nei riguardi della comunità europea per un maggior contributo unitario, dando l’impressione che la velata minaccia fosse (ed in realtà lo è) un bluff di un governo senza attributi, insicuro e che non sà manco bluffare, da qui l’ennesima presa per i fondelli, e il respingimento al mittente della richiesta, che probabilmente si tramuterà in altro denaro (pensiamo per la gioia del pd e delle sue propaggini sul territorio, oltre che la soddisfazione dello stesso governo) da distribuire  nella rete della lucrosa organizzazione dell’accoglienza. Praticamente il solito “osso” buttato dai burocrati euro/teutonici alla sempre più serva Italia. Pertanto non possiamo non ravvisare l’intenzione dolosa della stessa ue di usare l’Italia come contenitore sigillato dei copiosi flussi migratori africani, avendo essa stessa favorito la chiusura delle frontiere a nord del paese. non attuando minimamente azioni sanzionatorie nei riguardi dei paesi che legittimamente difendono le proprie frontiere e bloccano la libera circolazione, e imponendo comunque all’Italia di non respingere alcunchè, nonostante la stessa ue abbia più di una volta biasimato e richiamato l’italia sull’inefficenza dei respingimenti dei non aventi diritto, e della troppa facilità con cui il governo italiano accoglie i cd migranti economici, la cui percentuale accertata e stimata è nell’ ordine dell’ 80%. Denunciando la colpevole e dolosa volontà europea nei nostri confronti, conoscendo dall’altra gli interessi e la mentalità della nostra sinistra, non vorremmo (ma lo pensiamo neanche tanto sommessamente) che si stesse attuando un disonorevole gioco delle parti, tra il governo italiano e la stessa ue, per ottenere sempre e soltanto altri contributi in denaro per l’industria dell’accoglienza, non certo per la sicurezza e la serenità, dei nostri cittadini.

简体中文EnglishFrançaisDeutschItalianoРусскийEspañol