Eco dei Comuni

Bergoglio sotto accusa

in
Attualità, Esteri, Politica http://www.ecodeicomuni.it/wp-content/uploads/2017/09/crngm-object.AA2013WI03454485.0.jpg-da_papa_bergoglio_troppi_cambiamenti_e_i_cardinali_mormorano.jpg http://www.ecodeicomuni.it/wp-content/uploads/2017/09/crngm-object.AA2013WI03454485.0.jpg-da_papa_bergoglio_troppi_cambiamenti_e_i_cardinali_mormorano-100x100.jpg Eco dei Comuni 0 http://www.ecodeicomuni.it/2017/09/25/bergoglio-sotto-accusa/#respond
299

Dopo i “Dubia” una lettera di 62 personalità cattoliche pone sotto accusa Francesco.

Che Francesco stesse portando il suo pontificato fino ad un punto di non ritorno lo si era già visto negli anni susseguitisi alla sua elezione, ma ora pare che i nodi vengano al pettine, la sua “furia” riformatrice condita da un personalismo e attivismo mediatico spesso fuori luogo, per la responsabilità del ruolo che ricopre,  pare siano giunti davanti alle barriere erette dall’establishment tradizionalista ecclesiastico, preoccupato dalla eccessiva deriva progressista e relativista del Papa argentino. Dopo la mancata risposta ai “Dubia” sulla sua Amoris Laetitia, la lettera firmata da diverse personalità religiose e laiche riguardo le correzioni pubbliche da apportare a delle eresie da lui  enunciate in alcuni discorsi, sono la conferma di un inizio delle ostilità all’interno della chiesa, ostilità che potrebbero condurre ad una “guerra” interna senza precedenti, forse fino ad un paventato scisma, come accennato da diversi esperti in questi mesi. Una cosa è certa, la eccessiva personalizzazione di Bergoglio alle già pretenziose riforme che nel suo papato vuole apportare, hanno creato parecchia divisione all’interno degli stessi ambienti vaticani, e ciò non è chiaramente un bene in assoluto, la sua figura ha preso via via le sembianze di un Papa divisivo, distante dai problemi del vecchio continente, risultando quasi un corpo estraneo. La politica del Papa da un “altro mondo” pare fallita, il non essere e non sapersi inquadrare in una tradizione storica e secolare fatta anche di tradizioni di luoghi e ambiti geografici ne fanno una figura scissa dal contesto e inadeguata a portare sulle spalle il peso e la custodia della “dottrina” oltre che della tradizione della chiesa di Cristo. L’altolà dei tradizionalisti pone un chiaro limite che Bergoglio non dovrà oltrepassare senza assumersi la responsabilità storica di gravi conseguenze per la secolare istituzione.

http://www.ecodeicomuni.it/wp-content/uploads/2017/09/crngm-object.AA2013WI03454485.0.jpg-da_papa_bergoglio_troppi_cambiamenti_e_i_cardinali_mormorano.jpg
简体中文EnglishFrançaisDeutschItalianoРусскийEspañol